21. Non attaccamento

Dall’attaccamento sorge il dolore, dal dolore viene la paura. Per colui che è totalmente libero, non c’è attaccamento, non c’è dolore, non c’è paura.

Buddha

Questo contentuto è riservato a chi ha acquistato <a href=”/sfida”><em>La sfida di vivere intenzionalmente</em></a>. Se hai già acquistato il corso, effettua il login.

Accedi al tuo account

Hai dimenticato la password?

La sfida di oggi

Scegli dalla tua libreria un libro che hai letto e che ti è piaciuto o ti è stato particolarmente utile. Può essere una bellissima storia come il Moby Dick o un testo sull’organizzazione del lavoro come Getting Things Done. Su un foglio di carta scrivi quello che ti ricordi di quel libro e in che modo la tua vita ha beneficiato di esso.

Pensa a un amico o amica a cui il libro potrebbe essere utile e regalaglielo per ringraziarlo della sua amicizia. Puoi anche donarlo a un collega che pensi possa averne bisogno, o a un famigliare che non vive più con te. Fai tu. L’importante è regalarlo, non prestarlo.

Puoi scegliere di tenerti il foglietto su cui hai scritto perché quel libro ha valore per te oppure puoi inserirlo dentro al volume.

Con quest’azione uniremo gratitudine, decluttering e non attaccamento. Puoi spiegare alla persona a cui regali il libro perché lo stai facendo, ma non è necessario.

Completa la sfida e procedi alla prossima