37. Paura

Fra vent'anni sarai più contrariato per le cose che non hai fatto che per quelle che hai fatto. Quindi molla gli ormeggi. Abbandona il porto sicuro. Cattura gli alisei nelle tue vele. Esplora. Sogna. Scopri.

Mark Twain (scrittore americano)

Questo contentuto è riservato a chi ha acquistato La sfida di vivere intenzionalmente. Se hai già acquistato il corso, effettua il login.

Accedi al tuo account

Hai dimenticato la password?

La sfida di oggi

Fai una lista delle tue più grandi paure. Esaminale una per una. Siediti comodo o sdràiati, ma tieni la colonna vertebrale ben diritta, come per la meditazione. Chiudi gli occhi. Osserva la tua paura. Senza giudicarla. Senza analizzarla. Osserva, e basta. Concedile la tua totale attenzione. Essa ti sta parlando della tua vita. Ti vuole dire qualcosa. Ascolta. Quando ha finito, ringraziala. Lasciala andare e passa alla prossima paura.

Quando hai terminato l’esercizio, scrivi sul diario quello che la paura ti ha detto circa la tua vita e cosa hai imparato in proposito.

Siccome ti vedo scettico, ti racconto quello che è successo a me.

Quando ho deciso di lasciare LUISS ENLABS, la mia paura era di non riuscire più a coprire le spese della mia famiglia. Per mesi ho lasciato che quella paura mi tenesse prigioniero. Dopo parecchie meditazioni e letture ho capito che dovevo ascoltarla. L’ho ascoltata. E mi ha fatto una gran paura. Perché ho visto quello che poteva succedere e non mi è piaciuto per niente. E però, guardando bene, ho visto anche che qualunque cosa sarebbe successa in qualche modo avrei fatto. Avrei magari peggiorato la mia posizione professionale, ma avevo e ho tutte le competenze necessarie per ritornare dove ero. E però, questo mi avrebbe permesso di spendere finalmente un po’ di tempo con mia figlia, perché per andare e tornare dalla sede di LUISS ENLABS – dove spendevo metà della mia giornata professionale – impiegavo oltre due ore al giorno. E questo per me era vivere secondo le mie intenzioni. Mi manca LUISS ENLABS e mi manca la posizione finanziaria che avevo prima, ma la mia vita è migliore. Un po’ più mia. Fa un po’ più paura, ma è più bella.

Completa la sfida e procedi alla prossima