La lista degli esperimenti

Osservando mia figlia impilare dei sassolini su un pezzetto di bambù piantato nella sabbia, l’altro giorno mi sono sorpreso a riflettere sull’opportunità di compiere esperimenti nella propria vita in modo strutturato.

Fare esperimenti nella propria vita mi pare il vero significato di crescita personale. Il bambino cresce attraverso esperimenti continui: quando lo chiami e non ti risponde, è perché è concentrato a scoprire come funziona il mondo. Un pezzo alla volta. Per questo gli piace ripetere le stesse cose all’infinito, proprio come me quando suono un brano al pianoforte fino a che non ne divento padrone e riesco a improvvisarci sopra.

Esistono apparentemente due tipi di esperimento: quelli che terminano con un successo e quelli che falliscono. In realtà non è così: cosa sia il successo lo decidiamo noi a priori, e si dà il caso che successo significhi qualcosa che è accaduto. Gli esperimenti ci insegnano qualcosa, in ogni caso: sono per natura uno strumento di successo. Anche e soprattutto nel caso in cui la tesi iniziale venga poi confutata. Il trucco sta nel definire una cornice minimalista per il nostro esperimento, che in poco tempo e con poche risorse ci restituisca risposte di un qualche valore. Quello che ci impedisce di crescere è quello che ci impedisce di sperimentare. Non la paura di fallire, ma il nostro attaccamento. Alle idee che abbiamo su noi stessi e sul resto del mondo. Alle nostre abitudini. Al condizionamento famigliare e sociale.

Se da un lato gli esperimenti servono a imparare cose nuove, dall’altro con le novità che introducono ci aiutano a divertirci e godere appieno del tempo che ci rimane. Vien da sé che sperimentare costantemente è il modo migliore per prendersi cura della propria crescita personale divertendosi. Che poi, guarda un po’, è esattamente quello che fanno i bambini. D’altra parte, come fai a sapere se una cosa funziona o no? La provi.

Quali sono gli esperimenti che vorresti condurre? Le cose che vorresti provare almeno una volta nella tua vita? I lavori in cui sei sicuro che saresti bravo? Lo sport o lo strumento musicale che ti piacerebbe praticare o suonare? Fai una lista degli esperimenti che vorresti condurre e appendila in un posto dove tu possa vederla ogni giorno. Succederà qualcosa, vedrai.

Cosa dovrebbe succedere? Be’, diciamo che se anche solo tu decidessi di dare seguito a un esperimento ogni due o tre mesi, in pochi anni la tua vita ne risulterebbe completamente stravolta. Lo sarebbe comunque, ma con una lista degli esperimenti potrebbe essere un po’ più allineata ai tuoi valori.

Vuoi ricevere ogni domenica riflessioni e spunti pratici per allineare le tue azioni con le tue intenzioni?

diventa te stesso!

Chiudi questo fastidioso pop-up se hai già l’antidoto alla società della distrazione, oppure iscriviti alla newsletter per ricevere ogni domenica un articolo su come eliminare le distrazioni, imparare a focalizzarti sul qui e ora e riuscire ad allineare le tue azioni alle tue intenzioni.

Send this to a friend