Idee per un rituale del mattino

Ho bisogno di ricostruire da zero la mia routine del mattino, troppe volte stravolta in questo anno e mezzo di covid e dalla crescita dei miei figli. Siccome volerlo non è sufficiente, ti sfido a farlo insieme a me.

In cosa consiste la sfida: identificare una serie di attività da svolgere tutte le mattine come prima cosa appena fuoriusciti dalle coperte, costruendo una catena di abitudini per trasformare le nostre intenzioni in pratiche a cui non dobbiamo neppure più stare a pensare.

La sfida dura 7 giorni: si parte da una cosa nuova, andando a letto 15 minuti prima del solito e alzandosi 15 minuti prima. Ogni giorno si aggiunge un pezzo, e si anticipano nanna e sveglia.

Di seguito un elenco di pratiche fra cui scegliere. Non è necessario limitarsi a sette, ma è consigliabile non andare oltre per iniziare. Alternare attività semplici e brevi ad altre più complesse e di lunga durata è funzionale a dare un ritmo alla routine. Chi supera la prima settimana può estendere il progetto fino ad arrivare a 30 giorni, eventualmente sostituendo una pratica con una simile o completamente diversa. Oltre, non è più una sfida, ma diventa una salutare abitudine.

Ecco dunque le attività che pratico, ho praticato, o vorrei sperimentare. Sentiti libero di prendere spunto, copiare, e introdurre varianti.

  1. Bere un bicchiere d’acqua appena sveglio (magari con mezzo limone spremuto), per reidratare il corpo (ho letto che aiuta anche a dimagrire).
  2. Sciacquarsi la faccia tre volte, ogni volta massaggiandola per tre secondi, così da risvegliare il cervello.
  3. Passare il filo interdentale. O qualunque altra attività che richieda di prendersi cura del tuo corpo e per cui non hai mai tempo o voglia.
  4. Praticare i 5 tibetani, il saluto al sole, una sequenza di Yoga, una forma di Tai Chi o qualunque altra disciplina che non sia meramente un allenamento fisico.
  5. Fare tre sequenze di addominali (squat o qualunque altro esercizio), una ripetizione in più del giorno precedente per sequenza .
  6. Recitare una preghiera.
  7. Uscire a camminare o correre.
  8. Ascoltare un podcast o audiobook (associabile al camminare/correre, meglio se in alternanza: ne diminuisce la bellezza ed efficacia, ma ne aumenta la produttività).
  9. Praticare una sequenza di allenamento tipo 7 minutes workout (consiglio di partire da un paio di minuti e incrementare di 30 secondi al giorno).
  10. Nuotare (per chi ha una piscina vicino a casa)
  11. Fare una foto, in casa o fuori, libera o seguendo una schema.
  12. Meditare almeno 10 minuti.
  13. Preparare per la colazione una crema budwig, un estratto o un frullato.
  14. Preparare per colazione un the matcha.
  15. Preparare o pianificare un piatto sano (o un condimento) per il pranzo o la cena.
  16. Scrivere per 30 minuti prima che tutti si sveglino (o lavorare a un progetto personale).
  17. Scrivere un diario (il 5 minutes journal è un ottimo aiuto).
  18. Trovare una cosa per cui essere grato, non necessariamente occorsa il giorno prima, e scriverla nel diario della gratitudine.
  19. Pensare ed eventualmente scrivere nel diario cosa darà senso alla giornata. Oppure pensare / scrivere a un esperimento per la giornata a venire.
  20. Scrivere dieci idee per un articolo, un libro, un weekend, quello che vuoi. Si può variare il tema (dieci idee per risolvere un problema è ottimo per sviluppare le nostre capacità di problem solving, e può essere abbinato alla camminata/corsa utilizzando eventualmente l’assistente vocale dello smartphone per appuntarsi le idee in una lista di promemoria).
  21. Scrivere tutto quello che ti passa per la mente per un minuto o una pagina (o un qualunque altro limite, per esempio registrare un vocale di 30 secondi da ascoltare poi il giorno dopo).
  22. Leggere un libro per 10 minuti (qui trovi i miei ;)).
  23. Leggere una poesia, un haiku, una storia Zen, una riflessione TAO, o delle citazioni su un tema specifico.
  24. Cercare l’etimologia di una parola, l’origine di un modo di dire, indagare le radici di un fatto o prodotto, o semplicemente chiedersi perché.
  25. Imparare una parola nuova in una lingua diversa. O una qualsiasi altra cosa che richiedi poco sforzo.
  26. Suonare 30 minuti il piano (puoi sostituirlo con qualunque altra passione, dal giardinaggio all’hobbystica, o dedicare quei 30 minuti a un progetto personale).
  27. Non prendere in mano lo smartphone prima di una certa ora o prima di aver fatto determinate cose.
  28. Scegliere un vestito da eliminare. O un oggetto, un cibo, una persona (non fisicamente), insomma rimuovere qualcosa che occupa spazio per fare spazio per te stesso.
  29. Fare una doccia e finirla con un risciacquo freddo (o fare direttamente una doccia gelata, per i più coraggiosi).
  30. Fare il piano della giornata.

Prendiamoci una settimana per fare degli esperimenti e poi cominceremo a fare sul serio. Per adesso segna da qualche parte cosa vuoi sperimentare la mattina successiva, e magari comincia a svegliarti cinque minuti prima ogni giorno. E cerchia in rosso sul calendario la data in cui (ri)comincerai a costruire la tua routine del mattino.

Vuoi ricevere ogni domenica riflessioni e spunti pratici per allineare le tue azioni con le tue intenzioni?

diventa te stesso!

Chiudi questo fastidioso pop-up se hai già l’antidoto alla società della distrazione, oppure iscriviti alla newsletter per ricevere ogni domenica un articolo su come eliminare le distrazioni, imparare a focalizzarti sul qui e ora e riuscire ad allineare le tue azioni alle tue intenzioni.

Send this to a friend